Come pulire il filtro dell’aspirapolvere

La polvere è il grande nemico delle nostre case, si accumula sui mobili e negli angoli meno raggiungibili. L’arma più efficace è l’aspirapolvere, elettrodomestico divenuto ormai indispensabile nella gestione delle pulizie domestiche. Ogni aspirapolvere è dotato di un certo tipo di filtro che va pulito regolarmente, vediamo come farlo in maniera sicura ed efficace.

Perché bisogna pulire il filtro dell’aspirapolvere

Le ragioni alla base della necessità di pulire il filtro dell’aspirapolvere si dividono in due aree. La prima riguarda la corretta manutenzione dell’apparecchio, in quanto un filtro ingolfato rende l’aspirazione inefficace, in più porta il sistema al sovraccarico e al surriscaldamento.

 

Quando il meccanismo lavora in tali condizioni il rischio di danneggiamento è molto elevato, poiché il motore ne risulta affaticato e possibili guasti sono dietro l’angolo. La giusta manutenzione degli apparecchi elettrici permette di prolungarne la durata nel tempo, dando valore all’investimento effettuato per acquistarlo.

 

In secondo luogo, pulire regolarmente il filtro è necessario per mantenere sana l’aria in casa, obiettivo che diventa una priorità in caso di allergie alla polvere. Il sistema filtrante intasato può portare all’effetto opposto di rilasciare nella stanza acari e corpuscoli di polvere che ritornano nuovamente a depositarsi soprattutto sui tessuti quali tende, tappeti, rivestimenti di divani e coperte.

Tipologia di filtro

Ogni modello di aspirapolvere presenta delle differenze, tuttavia, è possibile riconoscere degli elementi comuni. Fra questi troviamo appunto i filtri estraibili che possono essere di due tipologie principali, tradizionali o HEPA.

 

Se non si è sicuri di quale tipo di filtro sia montato sul proprio aspirapolvere è sufficiente controllare sul manuale d’istruzioni per conoscere le specifiche tecniche oltre al metodo di smontaggio e lavaggio idoneo indicato dal produttore.

Pulire un filtro tradizionale

In linea generale ogni filtro normale consiste di una parte meccanica che contiene il filtro vero e proprio. In questo caso, bisogna sganciare dal suo alloggiamento il cilindro che funge da filtro e scuoterlo in un sacchetto usa e getta o sul cesto della spazzatura, per rimuovere il grosso dello sporco.

 

A questo punto si può passare a lavaggio, ponendo il filtro sotto il getto dell’acqua corrente, strofinando leggermente con una spazzolina i residui più incrostati. Non sono necessari detergenti o saponi per effettuare tale operazione.

Pulire un filtro HEPA

I filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air) sono sistemi ad alta efficienza in grado di purificare l’aria da micro particelle totalmente invisibili ad occhio nudo, piccole fino a 0,3 micron. Essi sono costituiti da due parti, una esterna trattiene lo sporco più grossolano mentre l’altra interna, un cilindro in microfibra di vetro plissettato simile a una fisarmonica, si occupa dei corpuscoli più piccoli.

 

La parte esterna dei filtri HEPA di solito è in plastica e può essere lavata con acqua, diversamente dalla parte interna che non va mai bagnata. Si procede, infatti, allo smontaggio degli elementi e dopo aver rimosso lo sporco più evidente si procede a spazzolare delicatamente ogni fessura del filtro rimuovendo tutta la polvere.

 

Quando ci troviamo di fronte a un filtro di questo tipo, possiamo essere sicuri che l’aspirapolvere avrà delle ottime performance nella qualità dell’aspirazione. Per approfondire questo e altri aspetti fondamentali, ogni lettore può far riferimento a questo articolo su come scegliere migliore aspirapolvere.

Cosa fare dopo il lavaggio

Successivamente al lavaggio con acqua si lascia asciugare bene il filtro all’aria per almeno 24 ore, assicurandosi che sia ben asciutto prima di rimontarlo. In caso di lavaggio a secco, il filtro può essere rimontato immediatamente.

 

Per le eventuali accorgimenti specifici, ricordiamo di far riferimento ai libretti d’istruzioni, spesso reperibili anche online sui siti delle case produttrici.

Qualora, nonostante l’accurata pulizia, i filtri risultino ancora sporchi o danneggiati potrebbe essere necessario sostituirli con delle nuove unità filtranti.

 

I commenti sono chiusi.