Come avere denti bianchi in modo naturale

Curiosità

Avere i denti bianchi è il sogno di molte donne che, spesso invidiando le perle splendenti che ammirano in tv su attrici e cantanti vanno dal dentista credendo di avere un sorriso poco sano. Spesso infatti la bellezza dei sorrisi visti in televisione è solo apparente e dietro c’è una dentatura poco sana.

Per avere un sorriso sano e bello bisogna in primis avere gli accessori giusti, uno spazzolino con setole sintetiche, ha una forma arrotondata che non graffia le gengive e inoltre, si asciuga in minor tempo impedendo ai batteri di proliferare. Questo genere di spazzolino, consigliato spesso dai dentisti, è molto più delicato sui denti e le setole riescono a raggiungere punti molto difficili.

Bisogna anche sfatare il mito del filo interdentale, se è vero che riesce ad eliminare lo sporco è anche vero che tende a depositarlo in altri punto della bocca, meglio un getto d’acqua propulsore che pulisce meglio aiutando anche nella lotta contro i depositi di placca tra i denti. L’igiene delle bocca è fondamentale per avere un bel sorriso ecco perché bisogna prestare molta attenzione anche ai movimenti che si compiono per spazzolare i denti.

Se si usa lo spazzolino nel modo sbagliato si può danneggiare lo smalto graffiandolo, in generale non bisogna seguire un verso orizzontale ma spazzolare i denti dall’alto verso il basso nell’arcata superiore e dal basso verso l’alto nell’arcata inferiore. Bisogna inoltre dirigere lo spazzolino in modo da allontanare la placca ed i batteri lontani dalle gengive così da avere la bocca ben pulita.

Metodi naturali per sbiancare i denti

Prima di correre dal dentista ci sono numerose ricette con ingredienti completamente naturali che aiutano ad avere una bocca bella e sana, alcune piccoli trucchetti consentono inoltre di sbiancare i denti. Per preservare la brillantezza dei denti è consigliabile però non ripetere con ossessione questi trattamenti ma effettuarli ad intervalli di tempo variabile oppure quando se ne sete la necessità. Ecco quali sono i rimedi naturali per avere un sorriso bianco.

Bicarbonato

Il trattamento sbiancante con il bicarbonato è uno dei più efficaci anche se dato l’effetto abrasivo di questo ingrediente è consigliabile utilizzarlo solo una volta al mese. Il bicarbonato è un ingrediente che tutti hanno in cucina per i molteplici utilizzi che consente di effettuare, apporta numerosi benefici alla salute, la sua azione sbiancante sui denti infatti è solo uno dei suoi tanti possibili utilizzi. Per utilizzare il bicarbonato basta avere lo spazzolino da denti, inumidirlo con qualche goccia d’acqua e appoggiarlo sulla polvere di bicarbonato. Strofinare bene i denti effettuando una minima pressione con movimenti leggeri dall’alto verso il basso. Le gengive sono molto delicate e potrebbero soffrire dell’effetto abrasivo del bicarbonato perciò è necessario evitare di toccarle. Il trattamento con il bicarbonato eliminerà le macchie superficiali presenti sullo smalto dei denti.

Limone

Una volta al mese è possibile eseguire il trattamento con limone, sale e curcuma in polvere. Questi ingredienti hanno tutti un effetto molto positivo per l’igiene dentale oltre che benefico anche per le gengive. L’importante è non abusarne in quanto l’acidità del succo di limone potrebbe corrodere lo smalto. Dopo aver lavato i denti con il dentifricio, effettuare l’ultimo sciacquo con il succo di un limone, mezzo cucchiaino di sale e uno di curcuma. Il limone insieme al sale hanno un effetto sbiancante sui denti oltre che purificante, i piccoli granelli di curcuma agiranno in modo molto delicato eliminando i batterie e i residui di cibo. La curcuma ha una forte azione anti-infiammatoria che è molto utile per lenire quelle piccole infiammazioni tipiche della bocca come le gengive arrossate.

Fragole

Pochi sanno che la fragola non troppo matura ha una lieve acidità che riesce a depigmentate le macchie più ostinate che alcune bevande come il caffè o il thè lasciano sui denti. Per non danneggiare lo smalto, questo trattamento può essere effettuato fino a due volte al mese ed i risultati sono immediatamente visibili. Basta tagliare in due una fragola e strofinarla leggermente sulle macchie evidenti, in pochi secondi saranno svanite.

Aceto di mele

L’aceto di mele è un toccasana per la salute, i suoi benefici sono innumerevoli ed è possibile utilizzarlo con successo anche durante le piccole pulizie quotidiane in casa. Grazie a queste sue virtù è un ingrediente sempre presente nelle case, la sua blanda azione smacchiante e sbiancante sui denti consente di utilizzarlo anche due volte a settimana. Mezzo bicchiere di aceto di mele riesce a eliminare se utilizzato con costanza quegli aloni scuri che le cattive abitudini lasciano, il fumo delle sigarette, troppo caffè o thè tendono a macchiare i denti.

Salvia

La salvia è una delle piante aromatiche più diffuse, la sua azione sui denti è delicata, rispetta lo smalto dei denti rendendoli lisci e lucidi. Stendere sul dito indice una foglia di salvia oppure spezzettarla sul dentifricio e utilizzarla per lavare i denti permette di beneficiare dell’azione anti-infiammatoria e disinfettante della salvia. Questa pianta riuscirà a eliminare l’alito cattivo e purificare la bocca in profondità impedendo la proliferazione dei batteri. Data la delicatezza della salvia sui denti è possibile utilizzarla anche più volte a settimana.

Olio d’oliva

Anche l’olio d’oliva ha una bassa acidità che consente di eliminare le macchie dai denti rispettandone però lo smalto. Basta versarne qualche goccia su una garza sterile e poi passarla sui denti, il risultato è immediato e questo rimedio può essere utilizzato due o tre volte al mese.

Buccia d’arancia o limone

La parte bianca della scorza degli agrumi ha un’azione pulente veramente portentosa. Si tratta di un rimedio d’emergenza che consente di pulire i denti quando si è fuori casa e non si ha uno spazzolino a disposizione. Riesce ad eliminare le macchie e pulire gli spazi più difficili inoltre data la delicatezza con cui agisce sulla bocca questo rimedio può essere utilizzato sempre. Stesso dicasi per la mela e il sedano molti consigliano infatti di addentare una mela oppure il gambo del sedano per pulirsi la bocca dopo pranzo o cena.