Come effettuare una corretta pulizia del camper interna ed esterna

Come effettuare una corretta pulizia del camper interna ed esterna

Approfondimenti

Al termine di una stagione estiva, delle vacanze invernali oppure concluso un qualsiasi lungo viaggio effettuato con il camper, esso necessità di un po’ di manutenzione. Allo scopo di assicurare al veicolo un ciclo di esistenza che sia quanto più lungo possibile, è importante effettuargli sia una pulizia interna che una pulizia esterna. In questa guida intendo spiegarti come procedere.

Pulizia interna del camper

Nella pulizia interna del camper, una delle operazioni più importanti è quella di svuotare gli armadietti, la dispensa, e la mansarda (se presente) anche per fare un po’ di ordine e catalogare cosa togliere dal camper (per esempio gli alimenti scaduti o prossimi alla scadenza) e cosa invece può ritornare utile anche nei prossimi viaggi e quindi può rimanere nel veicolo.

Prima di rimettere gli oggetti al loro posto, procedi con la pulizia. Passa l’aspirapolvere in tutti gli angoli del camper. In seguito, prendi un detergente per pulire le parti interne dei mobili, i pensili presenti nella cucina e nella zona inferiore del lavandino: serviti dell’aiuto di una spugna un po’ umida, oppure di un panno con tessuto in microfibra.

Ovviamente, va pulita anche la tappezzeria, con prodotti specifici a seconda dei materiali. E non dimenticare anche di rimuovere la polvere dai davanzali, per poi lavarli con un detergente apposito e un panno in microfibra. Pulisci anche le finestre, con un detergente per vetri e un panno umido. Per ciò che riguarda le zanzariere, è sufficiente passare su di esse l’aspirapolvere, ed in seguito un panno umido.

Un discorso a parte merita il frigorifero. Per pulirlo correttamente, ti suggerisco di seguire queste operazioni:

  1. Svuota il frigo.
  2. Smonta i ripiani e le parti dello sportello.
  3. Sgrassa le parti smontate, e sciacquale, poi asciugale e quindi passa su di esse dei prodotti specifici, oppure dell’aceto bianco diluito in acqua.
  4. Fatto questo, puoi rimettere i pezzi smontati del frigo al loro posto così come gli eventuali alimenti prima tolti per effettuare la pulizia.

Pulire il serbatoio e gli scarichi del camper

Anche il serbatoio dell’acqua e gli scarichi del camper sono parti interne del veicolo che necessitano di manutenzione.

Per quanto concerne la pulizia del serbatoio, ti consiglio di seguire i seguenti passaggi:

  1. Svuota il serbatoio dell’acqua: apri il tappo e procurati un aspiraliquidi.
  2. Per una pulizia più profonda, che ti suggerisco di fare almeno una volta all’anno, procurati dei prodotti specifici per igienizzare i serbatoi, e pulisci la parte interna del serbatoio con l’aiuto di un panno in microfibra o una spugna umida.
  3. A questo punto, il serbatoio è pulito, ma per avere ancora più igiene puoi versare nelle tubature una bustina di igienizzante monodose.
  4. Lascia che la soluzione agisca, aspettando qualche minuto.
  5. Sciacqua le tubature, aprendo i rubinetti e facendo scorrere l’acqua. In questo modo raggiungerà anche la vasca delle acque grigie, e igienizzerai anch’essa.
  6. Inoltre, esistono prodotti in commercio che potresti utilizzare per migliorare la qualità dell’acqua potabile. Questi prodotti ti permettono di avere una buona acqua per molti anni, senza dover ricorrere ad eventuali agenti chimici per correggere le acque troppo pesanti.
  7. Infine, per concludere il ciclo di pulizia, ti suggerisco di fare un giretto con il camper su di un terreno leggermente dissestato: in questo modo l’acqua del serbatoio arriva ad ogni parete, e ogni parte viene disinfettata in maniera omogenea.

Dopo la pulizia, lascia le valvole di scarico aperte, in modo da far passare l’aria ed impedire la formazione di cattivi odori che poi risalirebbero nell’interno del veicolo attraverso doccia e lavandino.

Per quanto concerne i serbatoi di recupero del nero, vi sono due tipologie diverse. A seconda dei casi, esistono procedure di pulizia differenti da seguire.

I serbatoi di tipo nautico risultano più impegnativi, perché devi riempirli in continuazione attraverso un tubo da infilare nel water fino a quando l’acqua che contiene non risulta interamente pulita.

Per quanto riguarda gli scarichi estraibili, sono più veloci e semplici da pulire. Le piccole taniche possono infatti essere trattate con prodotti specifici, da diluire con acqua tiepida o calda.

In tutti e due i casi (pulizia dei serbatoi di tipo nautico o degli scarichi estraibili), ricordati lasciare valvole di scarico e tappi aperti quando il camper riposa, in modo da far passare l’aria e non formare odori spiacevoli.

Pulizia delle parti esterne del camper

Per quanto concerne la parte esterna del camper, molti cercano di pulirla ricorrendo alle idropulitrici, per risparmiare tempo. Ma io ti sconsiglio questo procedimento: il getto molto potente potrebbe danneggiare la carrozzeria, o infilarsi all’interno delle pareti causando danni anche gravi.

Il lavaggio della carrozzeria puoi eseguirlo con un secchio, del sapone ed un pratico spazzolone con la prolunga, così da raggiungere anche nelle parti più complicate. Al posto del sapone, potresti usare anche uno shampoo per automobili, purché sia abbastanza denso. Una volta lavata la carrozzeria, procedi con il risciacquo.

Conclusa la pulizia della carrozzeria del camper, dedicati alla parte inferiore del veicolo: rimuovi le incrostazioni di terra, e altra sporcizia accumulatasi. In questo caso, puoi tranquillamente procedere anche con l’idropulitrice, non essendoci rischi particolari. Lava anche le componenti delle ruote del camper.

I lavori della parte esterna potrebbero anche concludersi qui. Se voi, puoi però fare ancora di più:

  • Olia porte, finestre, eventuali piedini di stazionamento e gavone servendoti della vasellina o un prodotto simile.
  • Smonta e lava la ruota di scorta, e dopo controllane la pressione e, se il caso, gonfiala leggermente. Anche le altre gomme del camper potrebbero necessitare di una controllata e una piccola ritoccata, così da ritrovarle più gonfie per i viaggi futuri.

Infine, ricordati sempre di fare dei controlli periodici in officina al motore del camper, per avere la certezza che sia tutto a posto per il prossimo viaggio che farai.