Come iniziare nel volontariato

Come iniziare nel volontariato

Curiosità

Se hai deciso di interessarti al mondo del volontariato, benvenuto! Ora fai parte di una famiglia che ha membri in tutto il mondo, e che ti porterà sicuramente a fare grandi esperienze.

Puoi dedicarti ad aiutare i più deboli, impegnarti a favore degli animali o dell’ambiente e molto altro ancora.

Le possibilità sono davvero infinite, ma alcune regole d’oro sono comuni a tutte le forme di impegno su base volontaria.

Proprio perché hai preso una decisione così bella e importante, potresti trovare utile una piccola guida su come affrontare questo passo nel migliore dei modi.

Ci sono, infatti, delle domande molto importanti che ti sarai già posto, mentre pensavi a questa possibilità.

Certamente è bene ricordare che il volontariato, in qualsiasi forma lo si voglia affrontare, richiede una serietà e professionalità massime, e non solo cuore e dedizione.

Trattandosi quindi di un impegno gratificante ma anche faticoso, è bene muoversi con più sicurezza possibile.

Ecco allora come muovere i primi passi nel mondo del volontariato.

Scegli la causa giusta per te

Per prima cosa, sappi che ci sono moltissimi modi diversi per fare volontariato e rendersi utili a qualcuno.

È quindi importante che ognuno dei volontari si senta perfettamente a proprio agio con quello che andrà a fare.

Se pensi di non essere per esempio portato per lavorare con gli animali, non c’è niente di male!

Ciò vuole solamente dire che ci sarà un altro ambito in cui sarai invece in grado di esprimere al meglio il tuo talento.

La tua sensibilità o esperienza personale possono portati a sentire una ‘vocazione’ per una forma di volontariato che magari non conoscevi. Guardati intorno e capisci quali sono non solo le tematiche che ti stanno più a cuore ma, e forse soprattutto, quello di cui c’è bisogno nel tuo territorio o realtà sociale.

Come ti sarà chiaro al termine di questa breve lettura, affrontare un impegno nel volontariato è, senza dubbio, una decisione da prendere molto seriamente.

Qualsiasi sia la scelta che farai, fatti guidare dal cuore e dal tuo istinto.

Entra in contatto con la tua comunità

Una volta deciso in che modo intendi fare volontariato, informati quali associazioni, enti o gruppi se ne occupano nella tua zona.

In questa maniera, non solo potrai farti guidare da volontari più esperti, ma anche conoscere tantissima nuova gente che ha interessi simili ai tuoi.

Devo per forza essere credente per fare volontariato?

La risposta a questa domanda è ovviamente negativa.

Tuttavia, non è poi così raro incontrare persone convinte che il volontariato passi necessariamente attraverso l’appartenenza a una parrocchia.

Se è pur vero che una parte importante dell’associazionismo senza scopi di lucro è nel nostro Paese di matrice cattolica, ciò non vuol dire che non esista una forte rete di volontariato laico.

Puoi quindi trovare, anche da questo punto di vista, l’associazione o gruppo che più rispecchia le tue convinzioni personali.

Usa le tue abilità e competenze

Un’altra importantissima domanda da porsi è sicuramente: “Ma io, cosa posso offrire a chi ha più bisogno?”

Domanda che ovviamente stimola una riflessione: uno dei principi del volontariato, infatti, è quello di mettere a disposizione a titolo gratuito le proprie competenze a favore del prossimo.

Ciò significa che quello che fai per mestiere potrebbe anche diventare la tua ricchezza come educatore o volontario.