Rigidità dei materassi: come valutarla

È ben risaputo di come la rigidità dei materassi sia un fattore importante per una scelta corretta.

Per anni si è visto un mondo diviso a metà: da una parte chi affermava che il materasso deve essere necessariamente morbido, dall’altra chi invece è sicuro del fatto che il giusto materasso è quello duro.

Dove sta la verità? Come sempre nel mezzo.

Bisogna dire, infatti, che entrambi gli estremi non vanno bene.

Un materasso troppo morbido o troppo duro non può portare alcun beneficio.

La scelta migliore è quella che ben si sposa con le tue caratteristiche e necessità. E su questo non ci piove.

Prima dell’acquisto, quindi, è bene controllare sempre tutte le caratteristiche dei materassi a molle insacchettate, dei materassi memory o di qualsiasi tipologia si stia parlando.

Per aiutarti, però, abbiamo pensato di darti qualche informazione utile a riguardo così che tu possa approcciarti al mercato in modo più preparato e consapevole.

Rigidità dei materassi: tutto quello che si deve sapere

È ben noto di come il riposo sia fondamentale per la nostra salute, sia quella fisica che quella mentale.

Anche se spesso si sottovaluta la cosa, la verità è che il materasso incide in modo netto sulla qualità del tuo riposo, e proprio per questo motivo è bene perdere qualche minuto per capire un po’ meglio come procedere ad una scelta corretta e ben ponderata.

Optare per un materasso adatto alle tue caratteristiche è il primo passo verso un riposo di qualità.

Il nostro obiettivo è quello di concentrarci su un aspetto fondamentale per la scelta finale, ovvero la rigidità del materasso.

Scopriamo insieme tutto quello che dovresti sapere a riguardo.

Rigidità dei materassi: cosa significa

Fino ad ora abbiamo nominato spesso l’espressione “rigidità dei materassi“, ma non abbiamo mai spiegato realmente cosa significa tutto ciò.

Potremo definire la caratteristica della rigidità di un materasso come la densità totale della sua composizione interna.

In pratica, la rigidità è data dal sostegno che il materasso riesce ad offrire ad ogni singola parte del tuo corpo.

Rigidità dei materassi: le diversi tipologie

Parlando di rigidità ecco che in commercio possiamo trovare davvero tante scelte.

La prima cosa che ci sentiamo di dire, però, è che ogni produttore ha una sua scala di valutazione ben precisa quindi è un po’ difficile fare una distinzione universale che vada bene per tutti i materassi del mondo.

In linea generale, però, possiamo dire che puoi trovare le seguenti tipologie:

  • H1. Ovvero il materasso più morbido in commercio;
  • H2. Un materasso con una rigidità che potremo definire media;
  • H3. Il materasso con una rigidità piuttosto alta ed accentuata.

Alcune case produttrici, poi, hanno creato una scala che va da 1 a 6, ed altre addirittura da 1 a 10.

Rigidità dei materassi: come scegliere quella giusta per te

Ora che hai capito cosa significa rigidità e quali sono le diverse tipologie del mercato, ci sembra giusto spiegarti anche come capire quale si sposa al meglio con le tue esigenze.

A riguardo ti possiamo dire che:

  • il materasso morbido, ovvero H1, è indicato per chi ha un peso inferiore ai 60 kg e non ha problemi particolari alla schiena;
  • il materasso medio, ovvero H2, è perfetto per chi ha un peso che va dai 60 agli 80 kg ed hanno una preferenza per la posizione di lato durante la notte;
  • il materasso duro, ovvero H3, è consigliato a chi ha un peso piuttosto importante e superiore agli 80 kg.

Come vedi, per la tua scelta finale devi osservare i seguenti fattori:

  • peso
  • posizione di riposo
  • eventuali problematiche alla schiena ed alla cervicale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *